CARBOIDRATI SEMPLICI E COMPLESSI

Carboidrati semplici e complessi come la pasta integrale

CARBOIDRATI SEMPLICI E COMPLESSI

Carboidrati Semplici E Complessi: I Carboidrati Fanno Male? Meglio Scegliere Diete Senza Carboidrati?

Carboidrati semplici e complessi: quali sono le fonti di carboidrati? È meglio eliminare i carboidrati dalla dieta? I carboidrati fanno male?

Indice dell’articolo:

  • Carboidrati quali sono.
  • Tipi di carboidrati e dove si trovano.
  • Carboidrati cosa servono.
  • Meglio eliminare i carboidrati dalla dieta.
  • Eliminati per 2 mesi: ecco il risultato prima e dopo.

Carboidrati quali sono

Pasta che è un carboidrato semplice

Partiamo dalla teoria universale che i carboidrati sono zuccheri. Carboidrati zuccheri, è la stessa cosa. I carboidrati si suddividono in zuccheri semplici o complessi, in base alla lunghezza della catena di atomi di cui sono formati.

I carboidrati semplici contengono una catena corta, di facile scomposizione, mentre quelli complessi hanno una catena più lunga. Questo significa che ci vuole più tempo perché il nostro corpo li assimili.

Tipi di carboidrati e dove si trovano

I carboidrati semplici sono gli zuccheri, tra i più comuni: quello bianco derivante dalla barbabietola, o lo zucchero di canna, estratto appunto dalla canna da zucchero. Gli zuccheri semplici si trovano anche in frutta e verdura, sì, avete letto bene, i carboidrati nella verdura ci sono. La lista carboidrati comprende anche il latte (col lattosio), il miele, gelati, yogurt, caramelle, bevande in lattina, passata di pomodoro, dolciumi vari e in genere nella maggior parte degli alimenti dell’industria alimentare. Anzi, i prodotto dolciari sono composti da carboidrati semplici con corposa aggiunta di carboidrati complessi.

Gli zuccheri complessi quali sono? I carboidrati complessi sono quelli che contengono gli amidi come la farina e quindi tutti i derivati dei cereali: pane, pasta, pizza, ai quali si aggiungono riso, mais, patate e anche i legumi. Quindi i cereali sono carboidrati. E sì, le patate sono carboidrati.

Carboidrati cosa servono

Tutti i carboidrati, che siano semplici o complessi, una volta scomposti, si trasformano in glucosio per poi venire assimilati dai villi intestinali e da qui riversati nel flusso sanguigno. Non importa se siano carboidrati semplici o complessi, per il nostro corpo è la stessa cosa. Quindi è inutile prediligere alimenti composti da carboidrati semplici, piuttosto che complessi, perché a livello biochimico non cambia nulla. Entrambi vengono cioè sintetizzati dal nostro corpo allo stesso modo. Quindi a pari quantità, per il nostro organismo, lo zucchero contenuto in un frutto è uguale allo zucchero bianco.

Carboidrati semplici e complessi, 100 gr di pasta equivalgono a 75 gr di zucchero

L’unico utilizzo del glucosio da parte del nostro corpo è di tipo energetico. Il glucosio serve quindi alle cellule solo per produrre energia tramite il processo della glicolisi. Invece, gli zuccheri incamerati in eccesso, sono trasformati dal fegato in grasso saturo e stipati in quelle cellule che si trovano soprattutto nella pancia, fianchi e glutei.

Meglio eliminare i carboidrati dalla dieta?

Quando ingeriamo carboidrati, alziamo il livello di glucosio nel sangue fino ad un picco di 1,4 grammi per litro e ciò significa fino all’ 80% in più del livello fisiologico di 0,8 grammi per litro. Quindi in 5 litri di sangue ci sono 4 grammi di glucosio. Il limite massimo tollerato di glucosio nel sangue è di 30 grammi.

Cosa succede quando il glucosio è presente in quantità eccessiva nel sangue? Per riparare a questo scompenso, il pancreas produce uno speciale ormone: l’insulina. Essa, fra le altre cose, stimola le cellule adipose, soprattutto quelle localizzate nella pancia degli uomini, nei fianchi e nel sedere delle donne, ad assorbire il grasso all’interno della cellula stessa. Al contrario, se noi mangiassimo più grassi in quantità superiore al nostro fabbisogno, avremmo dei depositi di grasso distribuiti nel sottocutaneo e non localizzati in un solo punto del corpo, come invece accade con i carboidrati. Vien da se che il grasso viscerale prodotto dall’uso dei carboidrati sia molto più difficile da smaltire rispetto a quello sottocutaneo.

Bilancia lo strumento per controllare l'obesità

La stra grande maggioranza dei nutrizionisti e dei medici in genere, vorrebbero farci credere che dovremmo ricavare il 60-70% delle calorie giornaliere da carboidrati. Questo significa incamerare 300 grammi di glucosio ogni giorno. Prima della comparsa dell’agricoltura, l’uomo assumeva circa 120 grammi di carboidrati (da frutta e verdura). Meno della metà. La conferma di questa verità è sotto agli occhi del modo intero: un aumento dell’obesità del 500%!

La nostra dieta occidentale moderna e includo anche la dieta mediterranea è composta per il 60-70% da carboidrati e solo il 20% da proteine e un altro 20% di grassi. La dieta ideale promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità vede privilegiare i carboidrati, ritenuti sani, e limitare il consumo dei grassi, ritenuti la causa dell’obesità.

Se vi ho incuriosito, sapere quanta pasta bisognerebbe ingurgitare al giorno, secondo degli ultimi studi, vi scioccherà!

La mia pancia prima dopo avere mangiato carboidrati semplici e complessi per 2 mesi

Carboidrati semplici e complessi eliminati per 2 mesi: ecco il risultato prima e dopo

Questa politica scellerata di ingurgitare carboidrati di varia natura, come a dire “dimagrire mangiando pasta tutti i giorni” non è possibile, anzi risulta deleteria per il nostro corpo. Ho provato una dieta che non prevede l’uso di pane, pasta, dolci e Co. e questo è il fantastico risultato ottenuto dalla dieta senza cereali. Come leggerete, qualche sgarro l’ho fatto. Il riso è carboidrato, ma lo mangio 1 volta alla settimana, 1 brioches e pizza ogni 10 giorni, giusto per non perdere l’abitudine😁. Voi tubetrotters resistete senza pasta ne pane? Secondo voi, è esagerato eliminare gli alimenti con carboidrati dalla dieta? O siete della seguente teoria opposta che propone di mangiare pasta a volontà?

Per approfondimenti scientifici vi lascio a Wikipedia.

Tags:
No Comments

Post A Comment