QUANTA PASTA MANGIARE AL GIORNO?

QUANTA PASTA MANGIARE AL GIORNO?

Quanta Pasta Mangiare Al Giorno? Meglio Smettere Di Mangiarla O Sostituirla Con Quella Integrale?

Quanta pasta mangiare al giorno? È il caso di smettere completamente di mangiare la pasta? O è meglio sostituirla con quella integrale? C’è una sola risposta possibile ed è davvero scioccante.

Partiamo dalla teoria universale che la pasta è un carboidrato complesso, cioè uno zucchero. Vi lascio il link di approfondimento dei carboidrati quali sono e cosa sono.

Tutti i carboidrati, che siano semplici o complessi, una volta scomposti, si trasformano in glucosio. L’unico utilizzo del glucosio da parte del nostro corpo è di tipo energetico. Il glucosio serve quindi alle cellule solo per produrre energia. Invece, gli zuccheri in eccesso, sono trasformati dal fegato in grasso saturo e stipati in quelle cellule che si trovano soprattutto nella pancia, fianchi e glutei! Ingeriamo talmente tanti carboidrati che il nostro fegato è costretto a trasformarli in grasso.

Voi mangereste un piatto di zucchero? Secondo voi, 100 grammi di spaghetti quanti zuccheri contengono?

100 gr di pasta equivalgono a 75 gr di zucchero

100 gr. di spaghetti = 80 gr. di zucchero! Ma vi rendete conto? Lo sapevate? In conclusione, mangiare 100 grammi di spaghetti equivale a ingerire 80 grammi di normale zucchero bianco da cucina. Per il nostro corpo non cambia nulla.

La stra grande maggioranza dei nutrizionisti e dei medici in genere, vorrebbero farci credere che dovremmo ricavare il 60-70% delle calorie giornaliere da carboidrati. Questo significa incamerare 300 grammi di glucosio ogni giorno. Prima della comparsa dell’agricoltura, l’uomo assumeva circa 120 grammi di carboidrati (da frutta e verdura). Meno della metà. A confermare questa verità è sotto agli occhi del modo intero: un aumento dell’obesità del 500%!

Secondo questi studiosi, la risposta alla domanda di “quanti grammi di pasta al giorno si devono mangiare”, o “quante volte mangiare pasta la settimana”, la risposta è univoca: non si dovrebbe proprio mangiarla! Lo dice una che è sempre stata una pastaiola convinta, una di quelle che quando si andava a mangiare fuori non ha mai ordinato un secondo piatto in vita sua. Solo ed esclusivamente primi piatti.

In 2 mesi esatti di dieta mi sono limitata molto sul consumo di pasta, pane e pizza. Sembra un po da alcolisti anonimi, ma alla fine è una dipendenza pure questa: da zuccheri. È palese che non mangiare pasta e pane fa dimagrire, per i motivi elencati sopra. È impensabile una dieta con la pasta. Quanta pasta mangiare a dieta? Secondo questi ricercatori, non si dovrebbe mangiare proprio.

Quanta pasta non mangiare al giorno per non fare la pancia grossa come la mia

Di solito i medici dicono che i carboidrati sono l’energia del nostro corpo, senza la quale non potremmo stare in piedi. Ma in passato, la dieta prevedeva il consumo quotidiano di carne, pesce, uova e frutta che la natura offriva. Gli unici carboidrati che ingerivano erano quei pochi che si trovano in frutta e verdura.

Al contrario, la nostra dieta prevede il consumo giornaliero di cereali in genere, pasta e pane, legumi, carne o pesce solo 3 volte alla settimana. Per quanto riguarda l’uso della frutta e verdura ci siamo. Quindi nella dieta moderna abbiamo una carenza cronica di proteine e un’abbondanza di calorie provenienti da zuccheri e carboidrati. Abbiamo stravolto la nostra dieta ancestrale, trasformando la nostra alimentazione a base di grassi e proteine, in quella moderna a base di zuccheri. Il corpo è nato per funzionare con i grassi, come ha fatto per milioni di anni. Questo stravolgimento alimentare porta alla teoria che:

I carboidrati sono alla base delle malattie moderne.Carboidrati semplici e complessi tipologie

È già, avete proprio letto bene. Tutte le calorie assimilate sotto forma di carboidrati, non vengono consumate dal nostro corpo, ma vengono depositate nelle cellule adipose, pancia, fianchi e glutei in prima fila! Praticamente i benefici della pasta sono inesistenti.

Se pensate che basti sostituire la pasta normale con quella integrale perché sospettate che apporti più vantaggi, allora ecco il motivo per non mangiare pasta integrale.

Per quanto riguarda la mia esperienza personale, visti i risultati ottenuti in 2 mesi di questa dieta, non posso che appoggiare questa teoria alimentare basata su studi scientifici. Che sia giusta o no, sana o meno, non lo sapremo mai.

Pasta: quante volte a settimana la mangiate? Voi avete consumato la pasta a dieta? Pensate che sia indispensabile non mangiare pasta per dimagrire e stare bene? O appoggiate la teoria opposta, secondo la quale si può mangiare pasta a volontà, che fa bene e non ingrassa?

Ecco delle belle foto di pasta, giusto per darle l’ultima occhiata, se decidete di non mangiarla più o quantomeno di ridurre la quantità.

Tags:
2 Comments
  • Guido
    Posted at 18:32h, 24 Novembre Rispondi

    Quando l’uomo mangiava carne e frutta, andava a caccia con la clava, dormiva nelle caverne, stava seminudo alle intemperie, non aveva il frigo per mantenere la carne, non aveva la vasca da bagno e wc, non aveva tutti i disinfettanti e sterilizzanti che abbiamo oggi, eppure viveva, pensi di avere ancora un fisico cosi?

    • Thetubetrotter
      Posted at 19:22h, 24 Novembre Rispondi

      Ciao Guido, penso che non abbiamo assolutamente il fisico per sopravvivere neanche un giorno come gli uomini primitivi. Sopraffatti dalle comodità della vita moderna, credo che l’unica cosa che possiamo provare a fare sia cercare uno stile di vita più genuino possibile, che si avvicini a quello dei nostri nonni. Lo so, non è per niente facile, ma secondo me è l’unico modo per sopravvivere e preservare non solo l’uomo e gli animali, ma anche il nostro pianeta.

Post A Comment